Radiose, ariose, azioni

Domenica 30 ottobre a Gioi il secondo appuntamento del 2016 di Radiose Azioni, festival eco sostenibile di promozione all’ascolto: perfomance, visita guidata e jazz in Piazza Castello a Gioi (Sa).

Che cos’è e perché

Un’idea semplice, eppure raffinatissima e urgente, quella che nutre il festival: riappropriazione e riqualificazione di luoghi abbandonati attraverso il meccanismo dell’ascolto. Sì, perché in un territorio come quello cilentano, molto vasto e frammentato, in cui i luoghi di interesse sono molteplici e spesso microscopici, in cui tante sono le aree pregiatissime dal punto di vista ambientale e paesaggistico, moltissimi i siti di interesse storico e archeologico, l’abbandono dalla memoria e dall’interesse, ha vinto sulla cura e la conservazione.
Il risultato è stato un paesaggio di luoghi del passato e del presente coperti di rovi, un cimitero di incuranza. Prendersi cura di alcune aree di particolare interesse storico e naturalistico del territorio cilentano, ripulendole da erbacce e rifiuti, ridare loro dignità e prepararle ad accogliere eventi culturali eco sostenibili e a impatto zero è la via alternativa proposta dal Festival come esito di diverse “Azioni” che mirano a favorire l’ascolto nei suoi molteplici significati. L’obiettivo è creare i presupposti culturali per invertire la tendenza e favorire la capacità di ascolto per i luoghi, le parole, i suoni e i corpi che troppo spesso restano senza voce e rischiano di essere dimenticati; saper ascoltare e rendersi partecipi, rendersi utili per il territorio in cui si vive e per esprimere al meglio un’idea di comunità.

Dove e quando

Dopo la tappa di luglio negli scavi della Civitella con il concerto per pietra sonora di Luigi Berardi, la meditazione guidata a cura di Ciliento Scetate e la visita guidata nell’area archeologica, la terza edizione del festival si terrà a Gioi. 
Le attività di pulizia, previste per venerdì 28 e sabato 29 e coordinate con il comune di Gioi, la Soprintendenza dei Beni Culturali di Salerno e le numerose associazioni locali che partecipano all’iniziativa, riguarderanno una parte del Percorso delle Mura così da ospitare domenica 30 incursioni di danza, musica e racconto storiografico.
Domenica 30 alle ore 10:00 si parte con la perfomance dal titolo “Sospensioni”, a cura della coreografa e danzatrice Mena Rusciano e la musicista Rosanna Salati; si proseguirà con la visita guidata del Percorso delle Mura con l’architetto Ernesto Bianco, e poi in piazza castello si darà spazio al concerto del duo Caterina Palazzi (contrabbasso) e Antonio Raia (sax), due musicisti italiani tra i più importanti della scena jazz contemporanea. Al termine del concerto inoltre, si terrà una sessione di meditazione e yoga condotta dalla maestra Pina Oricchio. 
Tutti gli eventi sono accessibili (ad eccezione della visita guidata), gratuiti e si svolgono senza corrente elettrica e senza amplificazione; l’evento si terrà anche in caso di pioggia nell’antico Convento di San Francesco.

Per saperne di più
www.radioseazioni.org
www.facebook.com/radioseazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.